Prato Maslino


  • 10.8 km

    Distance

  • 379 m

    Min height

  • 1622 m

    Max height

  • 1242 m

    Δ height

  • Road

  • Rest

  • Effort

  • Fame



Salendo dal centro di Berbenno si imboccan via Garibaldi, che sale alla frazione di Regoledo, ad ovest di Berbenno. Dopo alcuni tornanti, superiamo le ultime case della frazione e ci troviamo ad un bivio: proseguendo diritti si sale a Monastero, mentre svoltando a destra (come chiarisce un cartello) si inizia a salire a Prato Maslino.
Prendiamo, dunque, a destra. Nel primo tratto la strada, con andamento complessivo nord-est, supera i prati di Fumaset, Muscio e Bardagli e si porta quasi sul ciglio del versante orientale della Val Finale, a quota 850 metri circa. Piega, poi, decisamente a sinistra, salendo in direzione ovest ed effettuando un lungo traverso, interrotto solo da due brevi tornanti in località Balzarro (Pra Balzàr), che ci fanno passare a monte della grande Baita dei Cacciatori (m. 1000). Ignorata, in corrispondenza di due cassonetti della spazzatura, la successiva deviazione a destra per Prà Campiscio e Prà Misciold, raggiungiamo il bel maggengo della Foppa, una splendida conca di prati posta a 1090 metri, che la strada, piegando a destra, taglia con andamento diritto sud-nord, in un tratto rialzato rispetto al livello dei prati, nel quale l’antico fondo in “risc” (costituito da ciottoli arrotondati opportunamente disposti), per fortuna, è stato conservato.
La strada piega poi a sinistra ed assume, quindi, nuovamente l’andamento nord-ovest per un breve tratto, portandosi sul ciglio del versante orientale della Val Vignone. Qui piega a destra ed assume la direzione complessiva nord-est, salendo, con numerosi tornanti e con pendenza severa, nella cornice di un’ombrosa pecceta, più o meno sul filo del largo dosso del Faedo (da “fagetum”, faggeto): in poco più di 2 km guadagniamo 400 metri di quota. I tornanti si susseguono incalzanti, finché sbuchiamo ad una prima ampia radura, un incantevole pianoro a quota 1518, che precede di poco Prato Maslino. Ormai la meta è vicina: sull'ultimo tornante destrorso si stacca sulla sinistra una strada secondaria che porta al punto di partenza della mulattiera per l’alpe Vignone. Oppure completiamo l'ultimo tornante e la pista termina dopo pochi metri su un ampio parcheggio, sul limite inferiore dell’ampio terrazzo di Prato Maslìno, a 1610 metri circa.


Rising from the centre of Berbenno you imboccan via Garibaldi, which rises to the fraction of Regoledo, to the west of Berbenno. After a few bends, past the last houses of the village and we find ourselves at a crossroads: go straight and climb to the Monastery, while turning to the right (as it clarifies a sign) you start to climb on to the Lawn Maslino.
We take, therefore, to the right. In the first section of road, with the overall trend in the north-east, exceeds the meadows of Fumaset, Muscio and Bardagli and the door almost on the edge of the eastern slopes of the Val End, at an altitude of 850 meters. Fold, then sharply to the left, going up towards the west, and making a long traverse, interrupted only by two short hairpin bends in the locality of Balzarro (Pra Balzàr), that make us go to the mountain of the great Hut of the Hunter (m. 1000). Ignored, in correspondence of two garbage bins, the next turning on the right for Pra Campiscio and Pra Misciold, we reach the beautiful maggengo of Foppa, a beautiful valley of meadows e-mail to 1090 metres, the road, bearing to the right, cut with trend right from south to north, in a section raised above the level of the meadows, in which the old fund in the “risc” (consisting of rounded pebbles, suitably placed), fortunately, has been preserved.
The road bends and then to the left and assumes, then, again, the trend in the north-west for a short distance, to stand on the edge of the eastern slopes of the Val Vignone. Here bends to the right and assumes the overall direction the north-east, rising, with many hairpin bends and with a slope severe, in the frame of a shady sub-alpine spruce forest, more or less on the edge of the wide off of the Faedo (“fagetum”, faggeto): in just over 2 km to earn 400 meters of altitude. The curves follow each other, pressing, until end to a first wide clearing, a beautiful plateau, at an altitude 1518, which immediately precedes the Lawn Maslino. Now the goal is near: on the last bend on the right is off on the left side of a secondary road that leads to the starting point of the trail to the alpe Vignone. Or we complete the last bend and the track ends after a few meters on a large parking lot, on the lower edge of the wide terrace, Lawn Maslìno, 1610 meters.

Map/Elevation

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page