Passo dello Stelvio (Bormio)


  • 21.6 km

    Distance

  • 1198 m

    Min height

  • 2764 m

    Max height

  • 1566 m

    Δ height

  • Road

  • Rest

  • Effort

  • Fame



Il passo dello Stelvio, classificabile come una salita alpina lunga, dal grande dislivello e dalla grande quota altimetrica raggiunta, con pendenze di media difficoltà, è una salita affascinante e impegnativa da tutti e tre i versanti (italiani e svizzero).

Sul versante lombardo la salita inizia da Bormio (1225 m s.l.m.), ha meno dislivello, è lunga circa 21,5 km e conta 36 tornanti.

Ignorata la deviazione per Livigno e il Passo Foscagno (al km 2) la strada si impenna subito. Oltrepassati i Bagni Vecchi e ci addentra nella maestosa Valle del Braulio.

Si incontrano quindi la serie di caratteristiche brevi gallerie scavate nella roccia dove è bene prestare molta attenzione in quanto strette e non illuminate. Proprio all’uscita inizia il tratto più ripido di tutta la salita (siamo all’incirca tra il km 10 e il km 11) fino ad arrivare al ristoro che si trova sotto la cascata del Braulio.

Da qui inizia una fitta serie di tornanti che rapidamente porta in quota ai 2300 metri della bocca del Braulio. La strada ora si fa meno impervia per qualche kilometro in cui si compie un lungo rettilineo con pendenze docili che permette di tirare un po’ il fiato. Poco oltre si incontra la deviazione per Santa Maria posta sul confine con la Svizzera. A questo punto mancano meno di tre kilometri alla vetta del Passo Stelvio e la strada riprende nuovamente a diventare più ripida con pendenze stabilmente al di sopra dell’8%.

Superato quest’ultimo duro scoglio si giunge finalmente alla vetta dove il paesaggio e la soddisfazione di avercela fatta potranno ripagare di tutta la fatica. In vetta troverete anche una stele dedicata a Fausto Coppi che su questo passo riuscì a compiere un impresa epica durante il Giro d’Italia del 1953.


The passo dello Stelvio, classified as a long alpine climb, from the large difference in height, and from the great elevation reached, with slopes of medium difficulty, it is a climb up the fascinating and challenging to all three sides (the Italian and swiss).

On the lombard side the climb starts from Bormio (1225 m s.l.m.), it has less difference in height, with a length of about 21.5 km and has a population of 36 hairpin bends.

Ignored the deviation of Livigno and the Foscagno pass (2 km), the road becomes steeper. Once the Bathrooms are Old and we penetrates in the majestic Valley of the Territory.

They meet and then the series features short tunnels carved into the rock where it is good to pay a lot of attention since it is narrow and unenlightened. To start, one of the most steep of the whole climb (we are roughly between 10 km and 11 km) until you get to the refreshment that is located under the waterfall of Braulio.

From here begins a long series of switchbacks that brings in proportion to 2300 metres of the mouth of the Territory. The road now becomes less impervious to take photographs, which makes a long straight line with a slope docile that allows you to pull a breath. A little more than meets the deviation of Santa Maria e-mail on the border with Switzerland. At this point there are less than three kilometres to the summit of the Stelvio pass and the road starts again to become more steep with slopes steadily above 8%.

Passed this last hard rock it finally reaches the summit, where the landscape and the satisfaction to have done will be able to repay all the effort. At the summit there is also a stele dedicated to Fausto Coppi, that on this step, he managed to make an epic undertaking during the Tour of Italy in 1953.

Map/Elevation

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page